© 2006 Fondazione Corrente
Menu
Fondazione Corrente

Fine della città. Occhio Quadrato di Alberto Lattuada

Martedì 24 Maggio 2022 h. 18:00

Nelle sale di Fondazione Corrente verrà ospitata la presentazione del volume Fine della Città. Occhio quadrato di Alberto Lattuada.

Nel luglio 1941 le edizioni di “Corrente” pubblicano a Milano Occhio quadrato, un esile volumetto di ventisei tavole fotografiche che sintetizza le ricerche condotte da Alberto Lattuada nei quattro anni precedenti.
Lattuada non è ancora il regista cinematografico che da lì a poco diverrà noto come collaboratore di Mario Soldati e poi come autore di Giacomo l’idealista (1943) e La freccia nel fianco (1944), ma un giovane laureato del Politecnico che da anni collabora come critico e autore con diverse riviste.
Questa sua opera prima costituisce un unicum nel panorama del periodo, antesignana di un filone editoriale che troverà pieno sviluppo solo nel secondo dopoguerra. Occhio quadrato è infatti il primo libro italiano che, superando l’immediato fine descrittivo o cronachistico, utilizza il linguaggio della fotografia documentaria per “inventare” un nuovo meta-paesaggio dell’esistenza quotidiana. Con uno stile piano e distaccato, del tutto lontano dalle retoriche della cultura fascista di quegli anni, le fotografie di Lattuada presentano al lettore-spettatore frammenti di città, luoghi dismessi, oggetti desueti, volti e figure ai margini della storia. All’immediatezza dello sguardo che muove ciascuna delle fotografie fa riscontro un montaggio del libro a prima vista non lineare, certamente non funzionale, potenzialmente poetico.
Fine della città è il primo studio monografico dedicato a Occhio quadrato. Dopo aver indagato il profilo intellettuale del giovane Lattuada nella Milano degli anni trenta – attraverso la rilettura dei suoi interventi critici nei campi dell’arte e dell’urbanistica – il volume ricostruisce le sue inserzioni con la cultura fotografica del tempo e offre un’analisi circostanziata delle sue esplorazioni visive, testimoniate da un significativo archivio di negativi e da alcune stampe superstiti, per approdare infine a un nuovo attraversamento di Occhio quadrato, traccia visiva di una prolungata esperienza della città della sua fine già in atto.

Il volume è a cura di
Antonello Frongia

Edito da
Scalpendi Editore, 2022.

Interverranno:
Barbara Cinelli, Firenze
Silvia Paoli, Civico Archivio Fotografico di Milano
Paolo Rusconi, Università degli Studi di Milano

Modera
Deianira Amico

Per maggiori informazioni consultare il sito
www.scalpendi.eu

> Scarica l'invito
<